Informazioni >> Parodontologia >> Il fumo danneggia le gengive

Il fumo danneggia le gengive

I fumatori si ammalano di malattia parodontale più dei soggetti non fumatori. La tendenza ad ammalarsi è proporzionale al numero delle sigarette. Ma qual è il meccanismo di azione negativo delle sigarette sul tessuto gengivale e parodontale? Si è scoperto che la nicotina e il catrame delle sigarette crea problemi circolatori a livello sia gengivale che osseo. Tali sostanze ostacolano l’attecchimento degli impianti endo ossei per cui si sconsiglia il fumo dopo interventi di implantologia. Dopo gli interventi parodontali, poi, smettere di fumare è l’unico modo per risparmiare sia nell’acquisto di sigarette che sull’onorario futuro del parodontologo. E’ stato condotto dal prof. Negri dell’Università di Perugia uno studio di Flussimetria Laser Doppler e capillaroscopia sul microcircolo gengivale dei pazienti fumatori. E’ stata riscontrata una spiccata variazione della micro circolazione sanguigna nella gengiva nei fumatori al confronto dei non fumatori.

I nostri centri